FAN2017746“In Italia il tempo medio per emettere un provvedimento provvisorio di separazione è di appena 27 Minuti: un tempo brevissimo, in cui si consumano tanto matrimoni usa e getta quanto matrimoni alla soglia delle nozze d’oro” (cit. i Perplessi Sposi).

Questo dato è molto significativo: anni di matrimonio, di sentimenti, di figli, terminati in soli 27 minuti. Molto spesso quei 27 minuti vengono utilizzati per litigare.
Ma… cosa accadrebbe se quei 27 minuti venissero utilizzati al meglio? Usare tutta l’energia che si impiega per litigare per trovare delle strategie più funzionali?
In fin dei conti a volte sembra che l’obiettivo delle persone coinvolte in un divorzio sia distruggere l’altro.
Non sarebbe più utile conservare se stessi e pensare cosa fare ora di nuovo per riprendersi in mano la propria vita?

Purtroppo il divorzio è un  percorso piuttosto lungo (può anadare avanti anche 10 anni in caso di non accordo)  e se durante questo tempo non si usano al meglio le risorse si può soccombere.
Cosa vuol dire l’aiuto di un Coach  in tutto questo?
Ultimamente, dato la mia  esperienza diretta, ho iniziato ad aiutare sempre più persone che stanno  affrontando separazione o divorzio. Quello che ho notato è un uso migliore  delle strategie per arrivare all’obiettivo.
Il Coach è sempre affiancato dal  legale di riferimento, in caso ce ne fosse bisogno anche da mediatori o altre  figure professionali.
Che cosa si fa nello specifico?
Una volta stabilito l’obiettivo  (in un primo momento insieme al legale) si lavora sull’utilizzo delle proprie  risorse per raggiungerlo. Non sono le situazioni della “battaglia” che  determinano il mio stato d’animo, ma sono io che mi preparo a gestire al meglio la situazione.
È un po’ come giocare a Risiko.
I risultati?
Sono evidenti fin dai primi passi.
Vuoi saperne di più e fissare una tua prima consulenza? Contattami.